Il Ratzon Hashem è l’anima del mondo

Tutta la creazione è rivestita in uno strato di materialità (la luce che non illumina), che ricopre l’essenza divina interiore, la chaiut, che le dà vita (la luce che illumina la mente). E questo vale non solo per le cose create, ma anche per le nostre parole e i nostri pensieri. Niente può vivere senza l’essenza interiore, la luce di Hashem, la Shekhina, che le dà vita. Niente può esistere senza il ratzon Hashem, la volontà di Dio, chiamata anche con i termini luce, Shekhina, essenza, provvidenza, etc. che gli da la vita.

Quindi quando pronunciamo parole volgari o pensiamo pensieri volgari rivestiamo il ratzon Hashem in vesti sporche, completamente non appropriate alla santità immanente che riempie il creato, le nostre parole e i nostri pensieri. Questo si chiama mandare in esilio la Shekhina, la luce dell’En Sof Infinito invece di rivelarla.

Quando parliamo parole di Torah, di preghiera, parole incoraggianti, belle e pure, il ratzon Hashem, la Sua volontà, la Sua Luce, la Sua provvidenza, che sono tutti sinonimi, la Sua essenza viene rivelata e rivestita in abiti puri, trasparenti. Quando facciamo il contrario nascondiamo la Sua luce, rivedendola in vestiti opache, e prolunghiamo l’esilio della Shekhina e degli tzaddikim. Siamo qui per rivelare la luce, la volontà di Hashem, e rendere questo mondo un posto migliore. Chi fa l’opposto, è uno schiavo del suo yetzer hara, e prolunga l’esilio dell’umanità dal Suo Creatore.

Se ti interessano questi articoli, iscriviti alla nostra scuola di cabalà via e-mail. Maggiori informazioni scrivendo a scuoladicabala@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in Anima Neshama, Bereshit Creazione, Birur nitzotzot, bitachon, Cabalà profetica, Chassidut, Conoscenza scientifica, Devekut, Emuna, età messianica, Guarigione, guarigione anima e corpo, Israel, Kabbalah, Kabbalah e scienza, Redenzione Geulah, scintille sante, Sefirot, Shekhinah, tikun, Tikun middot, Tikun olam, Torah e scienza, Torah Talmud Kabbalah. Contrassegna il permalink.