Meditazione HaMalach HaGoel – L'angelo custode

15/12/2013 Off di Miriam Oryah

MEDITAZIONE MANTRA
Ha Malach Hagoel
המַּלאַך הַגֹּאֵל
L’angelo custode
Versetto tratto da Genesi 48,16-17

Questo famosissimo versetto è tratto dal brano della Torah VaYechi (Genesi 48,16) che abbiamo letto ieri in sinagoga e parla della benedizione che Giacobbe/Israele (Ya’akov Israel) impartì a suo figlio Giuseppe il giusto/Yosef haTzaddik e a tutti gli altri figli prima di lasciare questo mondo. Yaakov Israel, come Abramo e Isacco, era un profeta, e quindi le parole della sua benedizione gli sono ispirate direttamente da Hashem.

Potete utilizzare questo brano come mantra potente per controllare il vostro inconscio e quindi entrare in uno stato meditativo molto profondo e anche come benedizione per voi e i vostri cari e amici. Per la meditazione andrebbe memorizzato e cantato per almeno mezzora, dopo aver ascoltato la melodia. Anche la danza è una forma di meditazione potente, un’altra forma di comunicazione con Hashem Benedetto, se preferite.

הַמַּלְאָךְ הַגֹּאֵל אֹתִי מִכָּל-רָע, יְבָרֵךְ אֶת-הַנְּעָרִים, וְיִקָּרֵא בָהֶם שְׁמִי,
וְשֵׁם אֲבֹתַי אַבְרָהָם וְיִצְחָק, וְיִדְגּוּ לָרֹב בְּקֶרֶב הָאָרֶץ.

Hamalach hagoel oti mikol ra yevarech et hane’arim vikareh bahem sh’mi (2 volte)
V’shem avotai Avraham v’Yizchak v’yidgu larov b’kerev ha’aretz. (2 volte)

Che l’angelo che mi ha liberato da ogni male benedisca questi ragazzi, che continuino il mio nome [nome significa essenza, missione dell’anima. Continuare il nome dei propri progenitori significa quindi continuare la loro missione per la trasformazione personale e universale] e il nome dei miei padri, Abramo e Isacco, e possano crescere in una moltitudine sulla terra.

Seguici e fa like!
error